1 anno di vita: recensione di “Una mamma per amica”

Venerdì 25 Novembre 2016 è una data da ricordare!

Infatti, in questo giorno Netflix ha deciso di realizzare il sogno di buona parte di noi giovani donne cresciute con i dialoghi velocissimi e allo stesso tempo infiniti, assurdi, geniali ed eruditi di due migliori amiche, le “Gilmore Girls”.

La produzione si chiama “Una mamma per amica: di nuovo insieme” ed è il revival della serie tv “Una mamma per amica” composta da 7 stagioni e andata in onda fino al 2007, nella quale sono raccontate le vicende di Lorelai Gilmore (interpretata da Lauren Graham) e Rory Gilmore (interpretata da Alexis Bledel).

E’ la storia di Lorelai, una giovane madre rimasta incinta all’età di 16 anni, che si allontana dai suoi genitori ricchi e perbenisti (ma che in realtà le vogliono molto bene) e cresce da sola sua figlia Rory.

Il revival di Una mamma per amica è una miniserie composta da 4 episodi, ognuno dei quali è ambientato in una stagione dell’anno, così come suggerisce il titolo originale (“Gilmore Girls: a year in the life”).

Ritornare a Stars Hollow e ritrovare i personaggi che più abbiamo amato è stato emozionante e giusto, visto che il finale della settimana stagione ci aveva lasciato con un po’ di amaro in bocca.

In questa nuova serie vengono risolte tutte, o quasi, le situazioni che erano rimaste in sospeso.

Ritroviamo una Lorelai sempre solare, eccentrica, geniale, drogata di caffè, innamoratissima del suo Luke ma un po’ “ammaccata”, come dice lei.

Infatti deve affrontare l’allontanamento di Sookie (interpretata dalla bravissimai Melissa McCarthy), sua migliore amica e socia in affari, i “capricci” del suo braccio destro Michelle, il confronto con la morte del padre Richard con annessa reazione della madre Emily, il desiderio di tornare ad essere madre e di sposare Luke e la preoccupazione per ciò che sta accadendo a Rory.

Quest’ultima, infatti, ha 32 anni ed è laureata in giornalismo a Yale con il massimo dei voti ma, nonostante le sue notevoli capacità, ancora non riesce a trovare un incarico stabile e che la faccia sentire davvero realizzata.

Il successo di “Una mamma per amica” e l’incredibile attesa che si è creata intorno al revival hanno radici che possiamo trovare in molti aspetti quali:

 

Il rapporto madre-figlia, che è il fulcro della serie.Una mamma per amica 1

Da un lato abbiamo il legame tra Lorelai e Rory indissolubile, basato sulla fiducia, sulla complicità, sul parlare di tutto, ricco di momenti divertenti, litri di caffè e serate passate davanti la tv a guardare film e serie tv mangiando cibo spazzatura.

Ma allo stesso tempo Lorelai riesce ad essere autoritaria e guidare Rory in tutto quello che fa.

Insomma, tutte noi abbiamo sognato una Lorelai come madre!

 

Dall’altro lato c’è il legame tra Lorelai ed Emily, che pur essendo caratterizzato da litigi continui è comunque un legame molto forte e pieno di amore e fiducia reciproca (anche se entrambe non lo ammetteranno mai!)

 

I dialoghi

Una mamma per amica 1

Già, perché quello che rende unica questa serie sono proprio i dialoghi ricchi di ironia e citazioni dei migliori film, libri, musical e serie tv, eventi della storia antica e contemporanea.

La particolarità della maggior parte dei dialoghi di Lorelai e Rory è la capacità delle attrici di parlare in maniera molto veloce senza prendere fiato.

 

La nostalgia

Una mamma per amica 3

Perché questo revival ci ha fatto fare un profondo tuffo nel passato e perché a noi le “Gilmore Girls” mancavano molto.

Nonostante tutti questi pregi, ci sono state cose che non ho apprezzato.

In primis, il personaggio di Rory è stato completamente stravolto: la ragazza buona, gentile, studiosa, preparata, intelligente, sicura di sé e di ciò che sarebbe diventata da grande lascia invece spazio ad una donna non ancora realizzata dal punto di vista lavorativo e sentimentale.

Per quanto riguarda il lavoro, Rory avrebbe potuto conquistare il mondo con i suoi articoli giornalistici ma si ritrova ancora senza un lavoro fisso.

Sembra essere una nomade poiché vive tra la casa della madre, della migliore amica Lane, della nonna e Londra.

È qui che lei vive una relazione clandestina con Logan, suo ex sempre immaturo e che sta quasi per sposarsi.

Ma siamo sicuri che qualcosa della “vecchia” Rory sia rimasta e lo abbiamo visto con l’incontro con Jess (che a mio parere è la sua anima gemella), che credendo ancora in lei le consiglia di scrivere un libro sulle “Gilmore Gilrs” per aiutarla a realizzare il suo sogno.

Inoltre, non ho compreso la scelta di riempire buona parte dell’episodio “Estate” con un musical, che per quanto sia stato fondamentale per permettere a Lorelai di fare una scelta poco coraggiosa ma che le ha permesso di capire come affrontare certe situazioni, poteva essere fatto vedere solo in parte.

Ho un dubbio che mi assale: ci sarà una nuova stagione?

Già, perché nulla è certo ma il finale inaspettato ha lasciato irrisolte alcune situazioni ci farebbero pensare al rinnovo del revival, ma le ultime parole di Rory potrebbero significare la chiusura definitiva di un cerchio ed essere le parole forti con cui gli autori della serie progettavano la conclusione definitiva dello show.

Tuttavia, con l’amaro in bocca, non resta altro che aspettare come abbiamo fatto per quasi dieci anni!

P.S. #TeamJess tutta la vita!

AmazonGilmore Girls WikipediaGilmore Girls

Federica

Nata a Napoli, la città del mare e del sole. Adora leggere, guardare film, bere caffè, fare lunghe passeggiate, il mare, nuotare. Divoratrice seriale di serie tv. Famosa per la sua capacità di pronunciare 9918917278236462791280029 parole al secondo e per il suo scarso equilibro, sia fisico che mentale. Sognatrice per eccellenza, aspetta ancora la sua lettera di convocazione ad Hogwarts. Nel frattempo studia e si diletta con la scrittura.