10 migliori episodi di Leone il cane fifone

Halloween è alle porte e per restare in tema oggi XCose presenta una classifica dei 10 migliori episodi di Leone il cane fifone.

Leone il cane fifone, cartone animato nato su Cartoon Network e partorito dalla mente di quel geniaccio di John R. Dilworth, narra le avventure del cagnolino viola Leone che vive nella sperduta città Altrove assieme ai suoi anziani padroni Marilù e Giustino.

episodi di Leone il cane fifone 1La città di Altrove è però costantemente teatro di eventi assurdi e paranormali che minacciano le vite dei protagonisti, e di fatto il povero Leone in ogni episodio si ritrova a dover mettere da parte le sue paure per salvare la sua vita e quella dei suoi padroni.

Leone il cane fifone è stato uno dei cartoni più belli della mia infanzia, questo perché riusciva a coniugare molto bene una comicità folle con l’horror per ragazzi in stile “Piccoli Brividi”.

La serie è andata avanti per quattro stagioni dal 1999 al 2002 (dal 2001 al 2002 in Italia) e tra i tanti fantastici episodi di Leone il cane fifone (102 in totale) posso garantire che la scelta non è stata semplice.

Senza ulteriori indugi, ecco la classifica dei 10 migliori episodi di Leone il cane fifone:

 

10 – FRED LO STRAMBO

episodi di Leone il cane fifone 1

Apriamo la classifica dei 10 migliori episodi di Leone il cane fifone con “Fred lo strambo“, puntata narrata tutta in prima persona (e in rima) da Fred stesso.

Fred, un parente di Marilù, fa visita ad Altrove e presto si scopre che è in realtà un maniaco fissato con il tagliare qualsiasi traccia di peli o capelli.
La scena in cui comincia a radere il pelo di Leone mentre racconta tutti gli episodi passati in cui ha fatto lo stesso ad altri animali e persone è una delle più famose della serie, ricordata soprattutto per il motivetto inquietante canticchiato da dei bambini in sottofondo.

Adagio adagio divenni… malvagio!

 

9 – AFFARI DI FAMIGLIA

episodi di Leone il cane fifone 2

 

In questo episodio i tre protagonisti si ritrovano a fare i conti con un ladro armato di pesce (sì, proprio così) con uno sdoppiamento della personalità.

La rapidità con cui il ladro passa da una personalità aggrassiva e minacciosa a una invece gioiosa e rilassata, che lo porta a pensare che Leone, Marilù e Giustino siano suoi parenti con dei nomi assurdi (come “Mamma purè di patate“), genera una serie di momenti esilaranti.

 

8 – PERFETTO

episodi di Leone il cane fifone 2

Si tratta dell’ultima puntata dell’intera serie di Leone il cane fifone.

Il villain di quest’episodio è un’anziana insegnante fissata con la perfezione che vuole a tutti i costi costringere Leone ad abbandonare tutte le sue imperfezioni.

Dopo aver passato una notte insonne e aver ascoltato i consigli di un pesce saggio, Leone si convince però che la perfezione è soltanto un’illusione e che nonostante i suoi difetti può comunque riuscire fare qualsiasi cosa, causando così la distruzione della perfida maestra.

Un finale stupendo con un importante insegnamento conclusivo.

 

7 – L’ALBERO MAGICO DI ALTROVE

episodi di Leone il cane fifone 4

Marilù riceve dei semi speciali che nottetempo crescono in un rigoglioso albero violaceo.

Leone scopre che l’albero è in realtà magico, in grado di parlare e di realizzare i loro desideri. Giustino, invidioso poiché lui non è mai riuscito a far crescere nulla, decide però di volerlo abbattere.

Leone cerca in tutti i modi di difendere l’albero (anche costruendo un castello con fossato e iguane canterine attorno ad esso), ma lo stesso albero è cosciente del fatto che dopo tre giorni verrà abbattuto.

 

6 – IL FANTASMA DEL PLENILUNIO

episodi di Leone il cane fifone 6

Come si è visto nell’episodio descritto sopra, Giustino non è proprio il migliore dei contadini, ed infatti Altrove somiglia più a un deserto che ad un campo coltivato. Il comportamento di Giustino viene quindi punito dal Fantasma del plenilunio (raffigurato come una grossa testa umana bianca), il quale minaccia di ucciderli a meno che non riescano a far crescere qualcosa nella loro terra entro la mezzanotte.

Spetta così al povero Leone tentare di risolvere il problema prima che sia troppo tardi.

 

5 – IL DEMONE NEL MATERASSO

episodi di Leone il cane fifone 5

Divertente parodia de “L’esorcista” in chiave Leone il cane fifone.

Marilù ordina un materasso nuovo, ma un demone che abita al suo interno si impossessa del suo corpo rendendola malvagia.

La scena più divertente dell’episodio rimane il tentativo di esorcismo fatto da Leone e Giustino.

L'esorcismo di Leone e Giustino

 

4 – IL GRANDE FUSILLI

episodi di Leone il cane fifone 7

Leone, Marilù e Giustino ricevono la visita del Grande Fusilli, un alligatore con la passione per il teatro che si dice intenzionato a renderli dei grandi attori. Si scoprirà in seguito che il suo piano è in realtà quello di trasformarli in marionette per le sue esibizioni.

Il personaggio di Fusilli è senza dubbio uno dei migliori villain della serie, completo di un piano malvagio, un accento buffo e un tema musicale sinistro e malinconico.

 

3 – IL VANDALO DEI MULINI A VENTO

episodi di Leone il cane fifone 8

 

L’episodio “Il vandalo dei mulini a vento” è uno dei migliori grazie a un plot interessante e al fatto che riesce a trasmettere alla perfezione un senso di ansia e di inquietudine.

L’intera puntata ruota attorno a una leggenda secondo la quale se il mulino di Altrove dovesse fermarsi, cosa che qui accade ai due sfortunati contadini, questo causerebbe il ritorno di ferocissimi guerrieri a cavallo.

Come dicevo dunque all’inizio, ogni scena di quest’episodio in cui Leone si ritrova a dover rapidamente riparare le pale del mulino prima che i vandali scheletrici lo raggiungano (essi scompaiono ogni volta che il mulino torna a girare) crea davvero un forte senso di tensione che tiene incollati allo schermo.

 

2 – LA MALEDIZIONE DI RAMSETE

episodi di Leone il cane fifone 9

 

Da molti ricordato come uno l’episodio più spaventoso per via del personaggio di Ramsete fatto in CGI.

In questo episodio Leone trova una stele perduta che Giustino rifiuta di riconsegnare al museo per via del suo altissimo valore, causando così l’ira del re egizio Ramsete. Leone, Giustino e Marilù si ritrovano quindi a dover affrontare le tre piaghe mandate da Re Ramsete.

Il momento più divertente dell’episodio, a mio parere, rimane lo scatenarsi della piaga che consiste nell’ascolto ininterrotto di una divertente canzone autocelebrativa: “The man in Gauze“.

The Man in Gauze

 

1 – LEONE NELLA GRANDE SPAVENTOSA CITTÀ

eèisodi di Leone il cane fifone 10

Il primo posto nella classifica dei 10 migliori episodi di Leone il cane fifone va a quel capolavoro che è “Leone nella grande spaventosa città“.

In questo episodio Marilù vince una gara di sitar che le garantisce un’esibizione dal vivo a New York City. Una volta arrivati in città i tre fanno la conoscenza di Schwick (“solo Schwick!”), uno scarafaggio gigante parlante che li fa accomodare in una putrida sala prove.

Schwick incarica Leone di svolgere un lavoretto per lui, ovvero andare a ritirare un pacco super segreto ad un certo indirizzo, minacciando di far divorare Marilù e Giustino da una creatura misteriosa che vive nella sala prove se dovesse rifiutarsi.

“Leone nella grande spaventosa città” è ricordato da molti come uno degli episodi di Leone il cane fifone più spaventosi, poiché comprende la famosa scena della violinista in CGI, ma non bisogna dimenticarsi del lato comico di quest’episodio, tale da renderlo, a mio parere, il più divertente di tutta la serie.

I personaggi dell’episodio, da Schwick al poliziotto che si mette a inseguire Leone, sono talmente folli e surreali da andare quasi oltre gli standard della serie, la trama stessa dell’episodio è talmente demenziale da essere esilarante, soprattutto quando si scopre che il pacco che Leone deve recuperare cela al suo interno un semplicissima spatola lavavetri che serve a Schiwck per cancellare la scritta “HELP” dalla finestra della sala prove.

 

AmazonLeone il cane fifone WikipediaLeone il cane fifone Sito UfficialeCartoon Network

Emanuele

Nato nel 1994. Terminato il liceo scientifico, si iscrive a “Culture digitali e della comunicazione” all’università Federico II di Napoli, dove si laurea nel 2015.Appassionato di musica, lettura, teatro, comicità, videogiochi e tanto altro, adora qualsiasi cosa sappia mescolare con ingegno il sacro con il profano e vanta una vasta collezione di materiale satirico in continua crescita.Nell’aprile 2016 fonda assieme ai suoi amici XCose.it, dove ricopre il ruolo di redattore, social media manager e grammar nazi.