4 eterni nemici della risata

In una società sempre più di plastica in cui conformismo e mediocrità regnano sovrani, il riso rappresenta uno dei principali nemici dello status quo.
Il fragore del riso, la sua spontaneità, la sua imprevedibilità, la sua capacità di avvicinare al divino destabilizzano ogni forma di potere e stordiscono i mediocri.
Conoscere e contrapporsi ai principali nemici della risata è, in questi tempi, un obiettivo quanto mai urgente.

XCose presenta quindi un breve bestiario dei principali agelasti contemporanei che tentano, più o meno velatamente, di sopprimere il riso.

Il politicamente corretto

3 eterni nemici della risata

Il politicamente corretto è per antonomasia nemico giurato della risata.

Sul politicamente corretto è gia stato detto e scritto di tutto, specialmente negli ultimi tempi in cui esso sembra essere militarmente attivo più che mai proprio contro l’universo della comicità e dell’intrattenimento.

Quindi mi limiterò a una considerazione: l’aspetto meno menzionato e forse più triste del politicamente corretto è l’irrealizzabilità della sua terra promessa. Non tanto perché non possa esistere una società dove nessuno offende nessuno, ma perché chiunque, anche in un mondo ipoteticamente perfetto, troverebbe ugualmente scuse per sentirsi offeso da qualcosa.

Questo perché, alla fin fine, l’azione repressiva del politicamente corretto non è altro che una proiezione delle proprie insicurezze e della propria intolleranza riversata sul mondo intero.

Il fan estremista della stand-up comedy

4 eterni nemici della risata

 

Tanto superfluamente antipatriottico quanto eccessivamente esterofilo, il fan estremista della stand-up comedy odia il fatto che il mondo sia a colori.

Egli è infatti abituato a suddividere tutta la comicità in soli due generi: “Zelig” e “stand-up comedy”, di cui solo ciò che rientra nel secondo insieme per lui può essere considerato di qualità. Qualsiasi altra tecnica o genere comico, dal centone al grammelot al teatro Manzai giapponese, per lui rappresenta una devianza da debellare.

 

Lo stupratore dell’ironia

4 eterni nemici della risata

 

Lo stupratore dell’ironia è un utilizzatore occasionale dello strumento comico, che maneggia senza rispetto né amore.

Usare l’umorismo solo per portare a letto qualcuno/a, o per fare colpo sul capo, e poi tornare nei propri sarcofagi è contro natura ed eternamente blasfemo.
Il riso esiste fin quando è spontaneo, folle, irriverente, incontrollabile.

Il riferimento è a chi pensa che l’energia interiore del riso sia una cosa che può essere appresa come fosse aritmetica. Apprenderla in tal modo è tuttavia possibile, ma comporta il diventare nient’altro che una scultura di cera perfetta che si scioglie appena esce del museo.

 

Il politicamente impegnato

4 eterni nemici della risata

 

Interpretando tutta la realtà che lo circonda in base a dicotomie politiche in stile “o con me o contro di me”, il politicamente impegnato segue e comprende solo l’ironia politica apertamente schierata e d’attacco.

Questo perché in linea di massima il politicamente impegnato ride poco, e si differenzia in base alla sua preferenza politica: quello di destra ripete sempre morbosamente «voi ridete, ma intanto…»; quello di sinistra ha riso una sola volta nella vita guardando un vecchio sketch di Enrico Beruschi su YouTube, ma non può dirlo a nessuno.

Emanuele

Nato nel 1994. Terminato il liceo scientifico, si iscrive all'Università Federico II di Napoli dove si laurea in Culture digitali e della comunicazione nel 2015 e in Comunicazione pubblica, sociale e politica nel 2018. Appassionato di comicità, teatro, videogiochi e tanto altro, adora qualsiasi cosa sappia mescolare con ingegno il sacro con il profano e vanta una vasta collezione di materiale satirico in continua crescita. Nell’aprile 2016 fonda assieme ai suoi amici XCose.it, dove ricopre il ruolo di redattore e social media manager.