8 balli di gruppo più famosi dell’estate 2016

Bentornati dalle vacanze cari lettori!

Ve la siete spassata tra bagni, serate cabaret, sigle, giochi aperitivi, bagnine in bikini e animatrici eh?
Ma adesso si torna alla triste realtà.
Scuola, lavoro, figli, freddo, tasse…
Ma non siamo così crudeli da farvi tornare nel vostro girone infernale del quotidiano rinfacciandovi tutto ciò senza prima ricordarvi per l’ultima volta ciò che inevitabilmente non è mancato nella vostra estate : i balli di gruppo!
Sì, sono balli, sono belli e sono sempre quelli!

Ecco gli 8 balli di gruppo più famosi dell’estate 2016.

Leggi il seguito

1 recensione di “Le intermittenze della morte” di Josè Saramago

Il romanzo dell’Impossibile e del suo effetto.

Il ciclo naturale e continuo dell’inevitabile fine si interrompe, trascinando la società nel caos.

Josè Saramago analizza attraverso “Le intermittenze della morte” come l’Uomo civico e civile, lo Stato e la comunità si porrebbero dinanzi all’Immortalità.

Una TRAMA intrigante, unica, concisa e esauriente, che possiamo dividere in due filoni narrativi: la Non Vita e la Morte.

  • La Non Vita

Ci permettiamo di usare la perifrasi “Non Vita” per via di una riflessione, che vi esporremo per meglio esplicarvi le motivazioni di tale scelta linguistica.

Leggi il seguito

8 Cose che solo chi ha paura del buio può capire

Sono stesa nel letto. E’ quasi mezzanotte, l’ora dell’incondizionato Nulla, che nasce ogni giorno.
Ho visto un’ombra muoversi, deve essere solo il riflesso della porta.
Ho sentito uno scricchiolio, deve essere solo il letto rotto.
Ho sonno e dormo, perché il Nulla nulla può farmi; dovrei aver più paura del tutto, perché a questo mondo bisognerebbe avere più paura di ciò che si sa che di ciò che non è tale.

Sono stesa nel letto, ma non sono sola. E’quasi mezzanotte, l’ora dell’incondizionato Nulla, che vedo ogni giorno, che ogni giorno alimento, ma, contrariamente al fuoco, io alimento una fiamma che emana solo oscurità.
Ho visto un’ombra muoversi, chi c’è là fuori che sta per entrare?
Ho sentito uno scricchiolio, chi c’è sotto il mio letto?
Non ho più sonno e aguzzo lo sguardo, perché quel Nulla che mi circonda è tutto ciò che vedo, perché nel mio mondo il Nulla esiste, perchè è una parte del tutto.

Leggi il seguito

18 punti sulla Sfilata di “Dolce & Gabbana” (D&G) a Napoli

Avete presente quando vi trovate ad un evento veramente importante, ma riuscite a trovare sempre qualcosa da sfottere e vi viene da ridere? Ecco.

Non siamo tanto diversi in fondo. Mentre i ricconi facevano il loro ingresso, le alte personalità si stringevano caldamente la mano e si aspettava l’inizio della tanto attesa sfilata di “Dolce & Gabbana” (D&G), noi siamo riusciti a ridicolizzare anche un così importante trentesimo anniversario di attività.

Abbiamo scovato tra gli abiti barocchi e gli strass accecanti varie cose buffe da raccontarvi.
Ovviamente siamo stati abbastanza “professionali” da non ridere così forte da farci sentire, ma soprattutto da cogliere anche le cose importanti della serata.

Eccovi  quindi la lista delle 18 cose (serie o buffe) che hanno caratterizzato questa sfilata di Dolce & Gabbana.

Leggi il seguito

6 differenze tra il libro e il film di “Frankenstein” di Mary Shelley

Quante volte dopo aver letto un libro, che magari ci ha ipnoticamente appasionati, siamo andati a cercare su wikipedia o in un negozio se esistesse un film a riguardo?
E se l’abbiamo trovato, come quasi sicuramente è accaduto, quante speranze abbiamo riposto in quel film?

Il poter vedere realmente, e non solo con l’immaginazione, la trama prendere colore, il poter dare una voce ai nostri personaggi..

Quante volte questi film sono stati però assai deludenti?

Leggi il seguito

1 recensione di “La canzone del mare”

Un viaggio nel mondo leggendario della cultura Irlandese, attraverso la nuova fantasia di Tomm Moore:
La canzone del mare“, il nuovo film candidato agli Oscar come miglior film d’animazione.

Eccovi una recensione con riassunto del film.

Mescolando genio e antiche mitologie locali, il regista crea una storia che ruota attorno alla figura delle selkie, crature mitologiche che “collegano” il mondo terreno con quello marittimo, avendo la capacità di mutare la loro forma da umana in quella di foche.

E’ questa la vera identità della protagonista del film, una bambina di sei anni incapace di parlare: Saoirse.

Leggi il seguito

1 recensione di “Frankenstein” di Mary Shelley

Ed eccomi ora alla parte più commovente della mia storia. Riferirò quegli eventi che mi hanno tramutato da quello che ero in quello che sono.

E’ questo uno dei momenti salienti dell’opera, in cui sentiamo per la prima volta la graffiante voce del mostro, che narra al suo ingrato creatore la sua storia.
Meravigliosi sono i discorsi e invidiabili le qualità morali attribuite allo stesso, che si riscontrano nelle battute che vengono scambiate con Victor Frankenstein, il suo artefice.

Abbandonato da quest’ultimo appena gli aveva donato la preziosa vita, odiato da tutti, solo, impaurito, il mostro tenta invano di trovare negli uomini quei sentimenti di bontà e quelle virtù che tanto vengono declamate dagli stessi, ma alla fine si ritrova sempre in un mondo che lo spinge a cambiare se stesso, in funzione di una società piena di pregiudizi e malvagità.

Elaborato, plasmato, generato da Mary Shelley, il romanzo gotico prende vita e si insinua profondamente nella nostra vacillante mente.

Leggi il seguito

1 recensione di “The Neon Demon”

“The Neon Demon” è il nuovo film di Nicolas Winding Refn.

Come componenti del ristretto cast incontriamo dapprima nel ruolo di protagonista Elle Fanning, in quello di piccola comparsa un inutile e immotivato Keanu Reeves e numerose altre attrici (Abbey Lee, Christina Hendricks, Jena Malone, Bella Heathcote, Cody Renee Cameron…) che ci accompagneranno in questo atroce martirio.

Leggi il seguito

9 Ospiti di NapoliViva

Che grande serata quella del 16 Giugno!

L’estate si può dir ormai giunta, e ha portato con se una voglia, una smania, un’ardente passione; questo calore e questo vento estivo ci ha fatto bollire e esaltare scatenando una certa eccitazione e energia pizzicante che ha alimentato la nottata da poco conclusa.

Ospiti, voci, strumenti, persone, essenze, pensieri, speranze, sogni… tutto concentrato in un’unica e maestosa Piazza Dante.

Nelle ultime due settimane nelle ampie piazze di Napoli sono risuonate con fervore note a noi care, messaggi da noi sentiti, esortazioni a noi rivolte.

Dopo Napolisona abbiamo avuto ieri infatti il concerto di chiusura della campaga elettorale di Luigi de Magistris, nominato NapoliViva.

Leggi il seguito