16 libri da leggere su una finta spiaggia in una finta estate parte 2

Ci siamo, è arrivata l’estate e con essa il tempo libero! Si, non fa ridere nemmeno me…

Ma abbiamo quindi modo di continuare con i nostri consigli di lettura, occupandoci di altri 8 generi letterari!

  1. Iniziamo subito da ciò che potrà rinfrescarci… perché grazie a P. Lovecraft il sangue si ghiaccia nelle vene! Per chi ama l’Horror la raccolta di Tutti i racconti è una base essenziale nelle calde sere in cui il buio tarda ad arrivare, ma giunge sempre pieno di ombre dopo la giornata rovente… La raccolta edita dalla Mondadori riporta non solo le opere giovanili, ma anche le collaborazioni! Lovecraft va sempre contestualizzato non solo nel suo genere (ha infatti influenzato i maggiori scrittori horror, thriller e fantasy del ‘900), ma anche nel periodo storico in cui scrive, a cavallo tra le due guerre mondiali. L’autore ha infatti saputo trasporre su carta il terrore atavico che permeava la società, canalizzando ed esorcizzando anche le proprie. Assolutamente consigliato per gli amanti del multigenere!

  2. I tedeschi hanno vinto la Seconda Guerra Mondiale, i giapponesi governano buona parte dell’America e gira uno strano libro sulla vittoria dell’alleanza… è l’apocalisse? No, è il romanzo Distopico del maestro Philiph K. Dick, il classico La svastica sul sole. Considerato uno dei migliori romanzi ucronici, nonché tra più conosciuti dello stesso Dick, è di recente stato rispolverato da Amazon Prime che lo ha trasformato nella serie che prende il nome dal suo titolo alternativo, The Man in the High Castle. Gli amanti della fantapolitica si avventeranno sulla storia di questo mondo che noi fortunatamente non abbiamo avuto modo di conoscere, in cui i riferimenti alla realtà non fanno che accrescere la godibilità della lettura, incentrata sul bisogno di scoprire le possibilità delle varie diramazioni spazio-temporali.

  3. Naturalmente non si può escludere dalla lista il Romanzo di formazione, che porta una serie di libri spesso assegnati dalla scuola. Generalmente sono classici della letteratura più conosciuti, quindi vorrei riportare in auge Papà Gambalunga, il capolavoro di Jean Webster! Per chi ha visto l’anime del ‘90 potrà sembrare un consiglio ridondante o inutile, ma il libro è assolutamente accattivante, di un altro livello! Noi della generazione di Heidi, Candy Candy, Anna dai capelli rossi e Georgie non possiamo esimerci dal conoscere anche Jerusha “Judy” Abbot nella sua versione cartacea.

  4. E siamo arrivati al genere più discusso per eccellenza: il Fantasy, che per me va incanalato nella Saga di Percy Jackson, scritta da Rick Riordan per i suoi figli, facendo crescere Percy e i suoi amici assieme a loro: nel primo libro della saga Dei dell’Olimpo lo conosciamo dodicenne e totalmente inconsapevole della propria origine, ma con lo svolgersi delle sue avventure cresce assieme ai giovani Riordan, arrivando a compiere avventure sempre più ammalianti ed ampliando il suo mondo. Verremo a contatto non solo con la mitologia greca, ma presto scopriremo che vari pantheon coesistono in parti diverse del mondo: romani, norreni e egizi probabilmente sono solo una parte degli dei che incontreremo… Bisogna cogliere al volo l’occasione per poter leggere i libri, poichè si sono appena concluse le trattative tra Riordan e la Disney: a breve le peripezie di Percy troveranno spazio sul piccolo schermo sottoforma di serie!



  5. Ormai secondo Marty Mc Fly avremmo dovuto viaggiare su macchine volanti, secondo Asimov essere in procinto di sottometterci ai Robot, mentre James Cameron ci vedeva in guerra contro Scwarzenegger prodotti in serie. Un approccio meno drastico alla Fantascienza ci viene dato da Douglas Adams nella serie Guida galattica per autostoppisti. Adams è stato in grado di portare le risate ad un nuovo livello, oltre l’ozono! L’umorismo e la totale assenza di senso in questi volumi portano il lettore ad ampliare necessariamente la propria mente e la visione della fantascienza! Non si parla solo di Star Wars o robot, con Arthur Dent scopriamo la logica del caos, viaggiamo per le stelle con la guida stradale sulla quale, stampato a grandi lettere, troviamo la frase “NIENTE PANICO!” di certo tranquillizzante…Consigliato per chi vuole farsi due risate con gli amici a due teste!
  6. Per chi invece ha deciso di dedicarsi alla Saggistica, approfittando del pridemonth abbiamo pensato di condividere con voi il titolo Questioni di Genere – Il femminismo e la sovversione dell’identità, opera della filosofa post-strutturalista Judith Butler. In questo periodo ricco di controversie al riguardo, è interessante ricordare i grandi studiosi del gender di cui la Butler può tranquillamente ritenersi una dei maggiori esperti. Il testo, molto provocatorio, intende ridefinire alcuni concetti legati alla materia, dando nuovi punti di vista a chi magari non ne ha mai voluto uno differente.

  7. Spesso il genere Young Adult viene sottovalutato, come anche l’autrice di genere Rainbow Rowell, che negli ultimi anni è diventata decisamente prolifica; sarebbe un errore non dare una possibilità a questa fetta di letteratura, infatti vorrei consigliare Eleanor e Park, un’ interessante storia che parte come adolescenziale ma presto si rivela molto di più, dandoci modo di esplorare tanti argomenti e capire che anche un adolescente può essere abbastanza maturo da riconoscere certi limiti.



  1. Per completare il cerchio, parliamo di un semi-sconosciuto artista del Thriller: Stuart MacBride che con Il collezionista di bambini ci porta ad Aberdeen, una tranquilla cittadina Scozzese sconvolta dall’improvvisa comparsa di un feroce pedofilo omicida. Il sergente Logan McRae dovrà vedersela non solo con la costante ansia di essere colto in fallo, ma anche con i genitori delle vittime. Quale spiegazione puoi dare ad una madre che ritrova suo figlio in un sacco di plastica? Quest’avventura del sergente sarà ancora più avvincente del solito, piena di colpi di scena e sviste dietro ogni angolo. Con il suo romanzo d’esordio Mac Bride ha vinto il premio Barry, che sembra ben intenzionato a mantenere!


Questa estate del 2020 sarà senza dubbio molto particolare, in qualunque modo la si voglia prendere, perché sarà successiva ad un periodo di enorme difficoltà e probabilmente per molti (me per prima) emblema della chiusura in casa.
I nostri suggerimenti puntano a permetterci di approfittare dei prossimi mesi per andare oltre i bestseller, le nuove proposte narrative, approfondendo i romanzi che ci sono dietro serie e film, riscoprendo da adulti ciò che di solito si legge da ragazzi o anche solo conoscendo nuovi autori.

Mare, montagna, campagna o città: nessun posto è sbagliato per leggere un libro… o tanti!

Laura Sannini

Editor perennemente in guerra per la salvaguardia dei diritti (qualunque diritto), Laura è una fiera classicista e amante delle storie sotto qualunque forma. Tenta di farsi strada nel mondo, per nulla modestamente, esprimendo i suoi pensieri per iscritto senza peli sulla penna.

Seguici su Facebook!