4 consigli sul poker prima di cominciare a giocare

Il poker da diversi anni ha ottenuto molta popolarità, tanto che adesso è considerato una disciplina sportiva a tutti gli effetti. Basti pensare che ogni anno si svolgono le “World Series Of Poker”, un evento in cui giocatori di tutto il mondo si sfidano in diversi tornei di tutte le varianti esistenti (o quasi), per ottenere i titoli di campione del torneo, oltre che per i tanti soldi in palio, ovviamente.

Ecco il punto cruciale: i soldi. Per poter giocare un torneo bisogna pagare un buy-in, cioè il costo di iscrizione del torneo, che può essere di valore alto. E sebbene il poker sia considerato un gioco di abilità, quest’ultima si vede solo nel lungo periodo. Non si può capire quanto si è bravi con un solo torneo. Questo perché oltre l’abilità c’è un altro fattore importante: la fortuna, che è determinante nel breve periodo. Si può essere il migliore giocatore del mondo del poker ma uscire subito per una mano sfortunata, e quindi perdere tutti i soldi pagati. Per questo verranno ora mostrati quelli che consideriamo buoni consigli su come iniziare e per non impazzire, se si dovessero perdere soldi a poker.

1 – Conoscere le proprie possibilità economiche

Scelta Quantità Soldi Poker

Il primo consiglio prima di cominciare a giocare a poker è quello di capire quanti soldi potete dedicare al poker. O meglio, bisogna comprendere qual è il massimo di soldi che vi potete permettere di perdere a poker. Potrebbe sembrare un controsenso, dato che nessuno vorrebbe perdere soldi, ma in effetti così non è. Bisogna considerare i soldi destinati al poker come un investimento, il quale potrebbe andare bene o male.

Quindi bisogna partire con un po’ di pessimismo, contemplando l’opzione della perdita. In definitiva, si dovrà mettere nel salvadanaio destinato al poker una cifra tale che non intacchi le nostre finanze, e non faccia andare nel panico nel caso di perdita.

2 – Usate solo i soldi scelti

Soldi Destinati Al Poker XCose

Il secondo consiglio prima di cominciare a giocare a poker è quello di usare solo la cifra che si è scelta precedentemente. Non bisogna usare altri soldi. Non bisogna prendere soldi destinati ad altre cose (bollette, affitto, eccetera). Nel caso si dovesse perdere tutto, bisogna aspettare almeno fino al prossimo stipendio, prima di ricominciare.

Non bisogna MAI farsi prestare denaro per giocare a poker. A prescindere dalla propria bravura, l’ansia e la pressione al tavolo, dovute al fatto che si gioca con soldi non propri e che bisognerà comunque restituire, potrebbero avere la meglio sul proprio gioco. Se, nonostante questi consigli, doveste chiedere lo stesso soldi in prestito per giocare, non dite che non siete stati avvisati, quando vi troverete davanti al vostro creditore arrabbiato, nel caso di perdita.

3 – Piccola considerazione sul poker online

Poker online Garasmir VS XCose

Nel caso si giocasse a poker online la scelta della quantità di soldi da investire deve essere ancora più oculata. In questo caso dovete considerare quei soldi come una “somma persa”, nel senso che una volta caricato il vostro conto gioco, non potete più ritirare quella somma, finché almeno non la giocate e la vincete. Questa, purtroppo, è la legge: non si possono ritirare soldi che non si sono vinti, cioè tutti i soldi che sono derivati da depositi, o bonus, devono essere prima giocati.

4 – Gestione del proprio bankroll

Poker bankroll

I soldi destinati al poker rappresenteranno il bankroll. Ora bisognerà gestire per bene questo bankroll. Di certo non si vorrà usare tutta la somma scelta in una volta! Bisognerà giocare solo tornei con buy-in non troppo alto, sopratutto per compensare i periodi sfortunati.

Per esempio, se si dovessero avere 100 euro, non si dovrebbe partecipare a un torneo da 100 euro, ma meglio dividere questi soldi in tanti tornei da 1, massimo 2 euro. Se si dovesse partecipare a un torneo da 100 euro, si potrebbe essere sfortunati, e perdere tutto in un sol colpo. Ma se si dovesse dividere il bankroll in più tornei, i momenti sfortunati saranno compensati dalla vostra abilità.

Non c’è una regola precisa, ma di solito la gestione del bankroll più utilizzata è quella dei 100 buy-in. Cioè bisogna dividere i soldi in modo da poter partecipare minimo a 100 tornei. Se si dovessero avere, per esempio, 1000 euro, bisogna partecipare a tornei che hanno al massimo un buy-in di 10 euro.

 

Spero che i nostri consigli possano essere utili, e chiedo scusa ma adesso mi ritiro con le mie due regine, sperando che non mi diano un due di picche.

Amazon Wikipedia

Paullo

Appassionato di poker, videogiochi, libri. Conosciuto nel resto nel mondo come Pablo Escodalbar, Paullo, Paelico, Pablo da Neruda, Paolio, Pallio e con tanti altri soprannomi, scrive per passione, ma anche per passato, vivendo nel presente.