4 eterni nemici della risata

In una società sempre più di plastica in cui conformismo e mediocrità regnano sovrani, il riso rappresenta uno dei principali nemici dello status quo.
Il fragore del riso, la sua spontaneità, la sua imprevedibilità, la sua capacità di avvicinare al divino destabilizzano ogni forma di potere e stordiscono i mediocri.
Conoscere e contrapporsi ai principali nemici della risata è, in questi tempi, un obiettivo quanto mai urgente.

XCose presenta quindi un breve bestiario dei principali agelasti contemporanei che tentano, più o meno velatamente, di sopprimere il riso.

Leggi il seguito

3 famose imitazioni di Marco Travaglio

Che piaccia o meno per la sua quasi onnipresenza nei talk show, per la sua personalità o per le sue preferenze politiche, Marco Travaglio resta uno dei migliori giornalisti italiani.

Tale qualifica è dovuta al fatto che, a mio parere, Travaglio è sempre stato straordinariamente bravo nel raccontare – attraverso una mole spaventosa di libri che divoro piacevolmente fin da ragazzino – le vicissitudini politiche del nostro paese con uno stile fresco, sferzante e spesso anche irriverente e attraverso una narrazione dei fatti più completa e oggettiva possibile, cosa che notoriamente Travaglio riesce a fare grazie al suo leggendario mega archivio, in passato temuto persino dal suo mentore Indro Montanelli.

Siccome però su XCose mi piace spesso occuparmi di comicità, ho voluto tentare un esperimento particolare: ricostruire l’evoluzione mediatica di Marco Travaglio attraverso tre famose imitazioni da parte di comici e satirici.

Vediamo dunque quali sono stati, in ordine cronologico, i comici che negli anni hanno portato in scena le proprie imitazioni di Marco Travaglio, e quali tic e tratti del giornalista torinese sono stati maggiormente presi di mira ed enfatizzati dalla loro comicità.

Leggi il seguito

6 migliori personaggi di Raul Cremona

Il comico con i suoi personaggi è come un pessimo padre con i figli: alcuni li tratta bene, altri li lascia un po’ in disparte, poi si avvicina, li veste, li pettina, li nutre infine li dimentica e corre a occuparsi degli altri.

C’è sempre qualcosa di affascinante nell’ascoltare un comico raccontare la costruzione dei propri personaggi. La frase qui sopra è estrapolata da Giusto? Gusto!, libro di Raul Cremona: grande comico e illusionista che nel corso degli anni ha dato vita a svariati personaggi che, mescolando comicità e magia, hanno fatto parte di programmi comici come Zelig, Mai Dire Gol e Crozza Italia, oltre ovviamente di diversi spettacoli in giro per l’Italia.

Ed è proprio a loro che voglio dedicare questa classifica: ai mitici personaggi di Raul Cremona, andando a descrivere cosa li ha resi negli anni ai miei occhi così divertenti e interessanti.

Leggi il seguito

3 famosi falsi miti sul Beppe Grillo comico

Il 4 ottobre 2009 è indubbiamente una data che ha ridimensionato agli occhi di molti la figura di Beppe Grillo.
La fondazione del Movimento 5 Stelle, infatti, plasmò automaticamente la figura di un Grillo ibrido comico-politico che ancora oggi è fonte di dubbi e dibattiti da parte di giornalisti, politologi, appassionati di comicità e persino di alcuni colleghi dello stesso Grillo.
Ma non è del Grillo politico che vuole occuparsi questo articolo, o meglio: l’intenzione è quella di sfatare tre famosi falsi miti sul Beppe Grillo comico che, da quando il comico genovese è “sceso in campo”, hanno incominciato a circolare creando confusione e fraintendimenti tra la figura di Grillo pre e post Movimento 5 Stelle.

Leggi il seguito

10 personaggi del cartone animato Un videogioco per Kevin

Un videogioco per Kevin, il cui titolo originale è “Captain N: The Game Master”, è un cartone animato del 1989 prodotto da DiC, Saban Entertainment e Nintendo.
Sconosciuto ai più, questa serie televisiva, trasmessa in Italia negli anni 90, coinvolge numerosi protagonisti del mondo videoludico trasformandoli in modi imprevedibili e offrendo un intrattenimento umoristico, a tratti parodistico, efficace e – se rivisto oggi – fortemente nostalgico.
Attraverso una rapida analisi dei personaggi principali coinvolti all’interno delle disavventure di Kevin e compagni, metterò in evidenza l’influenza di Nintendo e l’importanza di un progetto che oggi potrebbe essere molto difficile da realizzare.

Leggi il seguito

10 migliori minigiochi di Rhythm Paradise

Avendo da poco finito Rhythm Paradise Megamix e avendolo trovato non solo il capitolo migliore della saga, ma uno dei giochi più divertenti per Nintendo 3DS, mi sento in dovere di dedicare qualche riga a questa splendida serie Nintendo di nicchia spesso sottovalutata.

I divertentissimi minigiochi, le fantastiche tracce musicali, lo stile cartoonesco minimalista ma coloratissimo, il senso dell’umorismo spesso demenziale e i riferimenti alla cultura tradizionale giapponese sono ciò che rendono questa serie così fantastica.

In questo articolo, dunque, voglio celebrare questa meravigliosa serie con una classifica di quelli che, a mio parere, sono i 10 migliori minigiochi di Rhythm Paradise, da Rhythm Tengoku del 2006 a Rhythm Paradise Megamix del 2016.

I minigiochi sono stati scelti in base a quanto li ho trovati divertenti e/o musicalmente appetibili, ma sono tuttavia stati esclusi i Remix, gli endless games e Quiz Show.

Leggi il seguito

0,17 considerazioni intorno allo scandalo Facebook

 

Loro ci osservano. Ci guardano da lontano e studiano ogni nostra mossa. Ci scrutano, ci spiano, vogliono sapere tutto di noi. È così, da sempre. Si insidiano nelle pieghe della nostra mente, depongono uova nel nostro cervello. Ci vendono e ci comprano, non siamo altro che codici, numeri, obiettivi, merce, oggetti. Siamo sotto riflettori spenti sempre accessi, costantemente controllati, prigionieri in una gabbia di libertà. Siamo immersi in un mare di diamanti ma non sappiamo stare a galla. Le uova si schiudono e arrivano i fantasmi. Ma loro non si fermano, continuano a essere presenti, ci tendono una mano mentre con l’altra impugno un coltello, o un fiore, o un fiore che funge da coltello. Ci comprano e ci vendono, e noi nemmeno lo sappiamo. È questo che fanno, loro.

Leggi il seguito

2 critiche al sistema scolastico

È notizia di pochi giorni fa quella di una studentessa universitaria della Federico II di Napoli che, avendo mentito sulla veridicità del proprio percorso di studi, si è suicidata lanciandosi dal tetto della facoltà di Monte Sant’Angelo.

In questo articolo non ho assolutamente intenzione di entrare nel dettaglio delle questioni personali della ragazza, piuttosto trovo che alcune cose che hanno orbitato attorno alla vicenda siano molto utili per intavolare un paio di critiche al sistema scolastico, dalla scuola materna all’università.

Il sistema scolastico è un colosso rimasto invariato da secoli e protetto da centinaia di migliaia di individui come fosse una divinità. Criticarlo è come urlare nello spazio, ma qualcuno dovrà pur farlo.

Leggi il seguito