1 libro migliore e 1 libro peggiore letti nel 2021

Quest’anno, come l’anno scorso, ripropongo la mia rubrica 1 libro migliore e 1 libro peggiore letti nel…, in cui appunto illustrerò qual è stato il libro che mi ha colpito di più e quello che ho gradito meno in questo 2021 giunto ormai al termine.

Come l’anno scorso, non si tratta necessariamente di libri usciti quest’anno, ma di qualsiasi libro che m’è capitato fra le mani negli ultimi 12 mesi.

Quest’anno ho letto un totale di 13 libri, più uno non ancora concluso. Vediamo a chi andranno i trofei di 1 libro migliore e 1 libro peggiore letti nel 2021:

 

Il peggiore:

Maurizio Porro – Tre uomini e un trio

1 libro migliore e 1 libro peggiore letti nel 2021 AGEGSarà perché sono sempre meticolosamente attento nella selezione dei libri da leggere, ma quest’anno non mi è capitato di imbattermi in un libro davvero brutto. Ma, se proprio devo nominarne uno che mi è piaciuto di meno, nomino questo qua.

Tre uomini e un trio è un libricino del 2009 allegato a una collezione di DVD di spettacoli di Aldo, Giovanni e Giacomo. Mi è stato regalato diversi anni fa, ma solo quest’anno mi sono deciso a leggerlo.

L’opera, però, non è una semplice trascrizione dei copioni degli sketch del trio (come capita spesso con i libricini allegati ai DVD dei comici), ma un vero e proprio mini saggio sull’arte comica dei nostri, scritta dal critico teatrale Maurizio Porro.

Ebbene, l’ho trovato un modo un po’ deludente di raccontare Aldo, Giovanni e Giacomo.
Non che ci fosse scritto niente di scandaloso, ma a tratti l’ho trovato troppo contorto e ripetitivo.
Sono il primo a dire – e chi mi legge lo sa – che la comicità in questo Paese è molto sottovalutata quando spesso è più profonda e intelligente di quanto il pubblico recepisca, ma questo libro m’ha dato l’impressione di scavare davvero troppo a fondo e di cercare una sopraffina profondità artistica anche dove magari non c’è.

Ovviamente questa è solo la mia modesta opinione. Senza offesa per l’opera o l’autore, per me Tre uomini e un trio ottiene il trofeo di libro meno bello che mi è capitato fra le mani quest’anno.

 

Il migliore:

Valerio Lundini – Era meglio il libro

1 libro migliore e 1 libro peggiore letti nel 2021 LUNDINIValerio Lundini è un comico che ha ottenuto un ampio successo televisivo negli ultimi due anni. Il suo show Una Pezza di Lundini, condotto assieme alla bravissima Emanuela Fanelli, si è dimostrato una vera ventata d’aria fresca nel panorama televisivo nazionale.

Così, sull’onda di questo successo, quest’anno è uscito il suo Era meglio il libro, che mi sono subito scapicollato a comprare su Amazon.
Acquistato a marzo quando è uscito e iniziato a leggere a metà aprile, questo libro mi ha colpito in modo particolare.

Le tematiche affrontate sono le più disparate, ogni capitolo è diverso dall’altro e alcuni mettono in atto artifici comico-surreali molto particolari.

Se dovessi descrivervelo in breve, direi che è diverso da tutti gli altri libri comici che si trovano in giro.
Fatto sta che mi ha divertito e mi è piaciuto molto. A Era meglio il libro di Valerio Lundini va il mio premio come miglior libro che ho letto nel 2021.

Emanuele

Nato nel 1994. Terminato il liceo scientifico, si iscrive all'Università Federico II di Napoli dove si laurea in Culture digitali e della comunicazione nel 2015 e in Comunicazione pubblica, sociale e politica nel 2018. Americanofilo appassionato soprattutto di lettura e comicità, possiede probabilmente la più vasta collezione al mondo di libri scritti da comici. Ha fatto una manciata di comparse e interventi in alcuni webshow comici americani. Ha fondato XCose nel 2016 assieme ai suoi amici e da allora ricopre il ruolo di redattore e social media manager.