20 anni di satira su Berlusconi: una retrospettiva

Quest’articolo rappresenta un piccolo excursus sulla satira su Berlusconi dalla sua discesa in campo fino alla fine del suo quarto governo, il tutto dal punto di vista di un 26enne che ha vissuto in pieno il berlusconismo.

Avevo infatti tre mesi quando, nel maggio del 1994, nacque il primo governo Berlusconi. Praticamente il sottoscritto è cresciuto di pari passo con la carriera politica del presidente di Forza Italia.

Leggi il seguito

2 presidenti imitati da Phil Hartman al Saturday Night Live

Alzi la mano chi non conosce il Saturday Night Live.
Il popolarissimo colosso satirico, in onda negli Stati Uniti dal lontano 1975, nei suoi tantissimi anni d’attività ha saputo sfornare una grande quantità di talenti. Tra questi, chi è appassionato della trasmissione ricorderà sicuramente Phil Hartman, che ha fatto parte del cast di comici dalla seconda metà degli anni 80 alla prima metà dei 90.
Phil Hartman era un ottimo attore, imitatore e doppiatore, infatti in molti lo ricordano oggi soprattutto come il doppiatore del personaggio di Troy McClure nei Simpson.

Leggi il seguito

1 lato positivo ma non troppo

Mascherine, coprifuoco, distanziamento, lockdown, zone rosse: il mondo che pensavamo di conoscere ci sta mettendo a dura prova da un bel po’ di mesi e continua a farlo, ecco perché credo sia fondamentale riuscire, o almeno provare, a mantenere una certa positività lucida e razionale, che non si nutra solo di belle speranze ma di riflessioni (ri-flessioni, flessibili, flessibilità). Lungi da me approfondire questo discorso, è troppo complesso e personale per essere affrontato qui ma vorrei condividere con voi il ricordo di un film dal titolo emblematico che mi ha da sempre colpito per il suo modo molto spontaneo di far passare concetti importanti.

Leggi il seguito

1 Recensione di La bastarda di Istanbul, di Elif Şafak

L’odio ancestrale tra due popoli, le differenze culturali, la storia che permea il presente… La bastarda di Istambul è un romanzo che mostra come tutto ciò possa essere superato con intelligenza, amore, razionalità, senza dimenticare né rinnegare il proprio passato culturale.

In questo romanzo al femminile gli uomini sono più delle appendici dotate di linguaggio che compagni o sostegni, le due famiglie protagoniste sono di stampo matriarcale dove gli uomini vengono allontanati il prima possibile, in quanto non sembrano in grado di contribuire positivamente alla trama.

Leggi il seguito